Utility menu: Versione grafica | Versione testo | Versione alto contrasto | Accessibilità | Riduci carattere (-) | Aumenta carattere (+) | Versione stampabile

Presentazione

L'Unione Italiana dei Ciechi, fondata a Genova il 26 ottobre del 1920, ha per Legge la Rappresentanza e la tutela degli interessi morali e materiali di tutti i non vedenti; oggi essa tutela e rappresenta anche i cittadini ipovedenti, definiti tali ai sensi della Legge 3 aprile 2001, n. 138: ovvero, tutti i cittadini il cui residuo visivo nell'occhio migliore non è superiore a tre decimi con eventuale correzione di lenti.

News

Riunita in Foggia l'Unit Territoriale di Coordinamento

Luned 28 settembre, presso il Centro di Consulenza Tiflodidattica di Foggia, l'U.T.C. ha tenuto la sua riunione di inizio anno scolastico.


Testo: Coordinata dal Prof. Piscitelli (Presidente della Biblioteca Italiana per i Ciechi "Regina Margherita", di Monza, si riunita lo scorso 28 settembre l'Unit Territoriale di Coordinamento per le problematiche relative all'istruzione dei ragazzi minorati della vista residenti nelle province di Campobasso, Isernia, Foggia e Potenza. Hanno partecipato all'incontro: la Responsabile del Centro di Consulenza Tiflodidattica, i Presidenti dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti delle quattro province, il Responsabile del Libro Parlato di Campobasso, il Rappresentante dei genitori e laReferente dell'Ufficio Scolastico Provinciale per la disabilit di Foggia.
Nelle citate quattro province, sono circa 150 i minorati della vista che frequentano le scuole di ogni ordine e grado e molti sono anche pluriminorati, le cui problematiche sono assai complesse. La Responsabile dell'Ufficio Scolastico Provinciale di Foggia ha fornito importanti chiarimenti in merito alla vigente normativa per l'assegnazione dell'Insegnante di sostegno. Particolare attenzione stata dedicata anche all'aggiornamento degli Insegnanti e degli Operatori tiflologici, nonch all'importanza delle attivit integrative extrascolastiche, finanziate ed assicurate annualmente solo dalla Provincia di Foggia e sporadicamente anche dalle altre Province.
Relativamente alla registrazione dei libri in formato DASY, stato proposto di coinvolgere alcuni volontari e della cui formazione si occuper il Responsabile del Libro Parlato. La riunione si conclusa con la decisione di tenere singoli incontri territoriali con Dirigenti scolastici ed Insegnanti.

(Inserito il 06-10-2009)

«- Precedente    Successiva