Utility menu: Versione grafica | Versione testo | Versione alto contrasto | Accessibilità | Riduci carattere (-) | Aumenta carattere (+) | Versione stampabile

Presentazione

L'Unione Italiana dei Ciechi, fondata a Genova il 26 ottobre del 1920, ha per Legge la Rappresentanza e la tutela degli interessi morali e materiali di tutti i non vedenti; oggi essa tutela e rappresenta anche i cittadini ipovedenti, definiti tali ai sensi della Legge 3 aprile 2001, n. 138: ovvero, tutti i cittadini il cui residuo visivo nell'occhio migliore non è superiore a tre decimi con eventuale correzione di lenti.

News

Intitolato a Giuseppe Quinio il Centro Provinciale di Servizi per ciechi e ipovedenti.

Il Centro di Servizi, creato dalla Sezione Provinciale di Foggia per soddisfare al meglio i numerosi bisogni dei ciechi e degli ipovedenti, stato intitolato alla memoria di Giuseppe Quinio, gi Vice Presidente Sezionale, scomparso il 14 dicembre 2008.


Sabato 25 aprile 2009 si svolta in Foggia l'Assemblea ordinaria dei Soci per la discussione e l'approvazione delle attivit svolte nel 2008. L'Assemblea stata preceduta da due significativi momenti per ricordare l'impegno associativo di Giuseppe Quinio, Presidente della Sezione U.I.C. di Foggia dal 1975 al 1978 e Vice Presidente Sezionale sino al giorno della sua scomparsa: 14 dicembre 2008. Giuseppe Quinio stato per molti anni anche Consigliere Regionale dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, nonch Componente della Commissione nazionale per la "Pensionistica"; ha difeso con grande determinazione e competenza i diritti dei ciechi, conseguendo l'assunzione di oltre cento Centralinisti telefonici nella provincia di Foggia.
Dopo la deposizione di rose rosse sulla sua tomba, la figura e l'azione di G. Quinio stata commemorata: dal Presidente Sezionale Michele Corcio; dal Rappresentante del Presidente Nazionale, Prof. Vitantonio Zito; da una Dipendente della Sede INPS di Foggia, collega di Quinio per molti anni, sig.ra Cristina Amici; da un funzionario della A.S.L. di Foggia, Dr. Lucio Ventura. Le figlie Francesca e Margherita hanno ringraziato tutti per l'affetto e l'amicizia dimostrati.
A Giuseppe Quinio stato intitolato il Centro Provinciale di Servizi per ciechi e ipovedenti di v.le Candelaro n. 72, presso il quale la Sezione U.I.C.I. ha attivato: il Centro diurno per il recupero sociale dei ciechi pluriminorati adulti; un'aula informatica con 12 postazioni; Corsi per la formazione e l'aggiornamento di Insegnanti ed Operatori tiflologici; un salone per le attivit socio-ricreative; la Sezione Provinciale dell'Unione Nazionale Italiana Volontari pro Ciechi.

(Inserito il 04-05-2009)

«- Precedente    Successiva