Utility menu: Versione grafica | Versione testo | Versione alto contrasto | Accessibilità | Riduci carattere (-) | Aumenta carattere (+) | Versione stampabile

Presentazione

L'Unione Italiana dei Ciechi, fondata a Genova il 26 ottobre del 1920, ha per Legge la Rappresentanza e la tutela degli interessi morali e materiali di tutti i non vedenti; oggi essa tutela e rappresenta anche i cittadini ipovedenti, definiti tali ai sensi della Legge 3 aprile 2001, n. 138: ovvero, tutti i cittadini il cui residuo visivo nell'occhio migliore non superiore a tre decimi con eventuale correzione di lenti.

Segretariato Sociale


(Foggia, via Gorizia n. 48, 1 piano - tel. 0881 708058/772505)

Il Servizio, coordinato dal Vice Presidente Sezionale Giuseppe Quinio, attivo da diversi anni e si avvale dell'Assistente Sociale Silvana Rita Mariella, presente in sede dal luned al venerd dalle ore 9,00 alle 13,00 e dalle ore 16,30 alle 18,30, tranne il mercoled pomeriggio.

Finalit ed obiettivi

A) Portare la Sezione Provinciale di Foggia dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti (ONLUS) a pi diretto contatto con le singole realt territoriali e dei bisogni individuali;
B) fare in modo che anche gli anziani ciechi ed ipovedenti, iscritti e non iscritti, residenti in comuni assai distanti dal capoluogo, ricevano adeguata informazione ed assistenza per l'espletamento di pratiche pensionistiche e quant'altro;
C) Riordinare ed aggiornare l'anagrafico Soci e quello dei ciechi non iscritti ma che percepiscono provvidenze economiche dallo Stato;
D) contattare periodicamente, tramite visite domiciliari o a mezzo telefono, gli anziani;
E) adoperarsi presso gli Enti Locali affinch venga assicurata agli anziani ciechi ed ipovedenti una adeguata assistenza domiciliare con personale idoneo;
F) coinvolgere il volontariato per offrire ai ciechi ed agli ipovedenti che vivono soli, o in situazioni familiari problematiche, alcune ore di compagnia ed aiuto per il disbrigo di commissioni;
G) contattare i Servizi socio-sanitari distrettuali perch vengano effettuate, presso il domicilio degli anziani, impossibilitati a muoversi, visite specialistiche;
H) organizzare incontri fra anziani ciechi e vedenti desiderosi, questi, di aiutare gli altri;
I) organizzare momenti ricreativi, di svago e gite.